italian english

Normativa e giurisprudenza

Intervista ad Alfonso Gifuni, Vicepresidente ADA

Il Decreto Legislativo 209/2003 che disciplina la gestione dei veicoli fuori uso, illustrato nel suo contenuto normativo nella prima uscita di questa pubblicazione dal Vicepresidente Alfonso Gifuni, rappresenta un testo decisamente più chiaro che segna il superamento normativo del Decreto Ronchi, distinguendosi per una diversa e più snella disciplina del processo di recupero e dei metodi di lavorazione dei materiali provenienti dai veicoli fuori uso. Tuttavia, come sottolineato dall'Associazione Nazionale Demolitori Autoveicoli (ADA), il decreto, presentando delle imperfezioni, non consente di legittimare pienamente le aspettative del settore.

Leggi tutto...

L'ESPERTO RISPONDE

Da un Autodemolitore della Provincia di Pesaro e Urbino, Ulissi Marzio, riceviamo la seguente domanda: "Il demolitore può esportare un'auto all'estero"? Il titolare di un centro di gestione veicoli fuori uso, al momento della presa in consegna di un veicolo rilascia al detentore del veicolo o al concessionario o al gestore della succursale della casa costruttrice o dell'automercato, apposito certificato di rottamazione conforme ai requisiti di cui all'allegato IV del D.Lgs. 209/2003, completo della descrizione dello stato del veicolo consegnato, nonché dell'impegno a provvedere direttamente alla cancellazione dal PRA, se ancora non effettuata, nonché al trattamento del veicolo.

Leggi tutto...

Attuazione della direttiva 2000/53/CE relativa ai veicoli fuori uso (pubblicato nel Supplemento Ordinario n. 128/L alla Gazzetta ufficiale italiana n. 182 del 7 agosto 2003 ed entrato in vigore il 23 agosto 2003)

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Vista la legge 1° marzo 2002, n. 39, ed in particolare l'articolo 1, commi 1, 3 e 5, e l'allegato B; Vista la direttiva 2000/53/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 18 settembre 2000, relativa ai veicoli fuori uso; Vista la decisione della Commissione 2001/753/CE, del 17 ottobre 2001, relativa al questionario che gli Stati membri devono utilizzare per le loro relazioni sull'attuazione della citata direttiva 2000/53/CE; Vista la decisione della Commissione 2002/151/CE, del 19 febbraio 2002, relativa i requisiti minimi per il certificato di rottamazione rilasciato ai sensi dell'articolo 5, paragrafo 3, della citata direttiva 2000/53/CE; Vista la decisione della Commissione 2002/525/CE, del 27 giugno 2002, che modifica l'allegato II della citata direttiva 2000/53/CE; Vista la decisione della Commissione 2003/138/CE, del 27 febbraio 2003, che stabilisce norme di codifica dei componenti e dei materiali per i veicoli a norma della citata direttiva 2000/53/CE; Visto il decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, e successive modificazioni; Visto il decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e successive modificazioni; Ritenuto che i veicoli immessi sul mercato a partire dal 1° luglio 2002 avranno valore di mercato positivo almeno fino al 2006; Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 14 marzo 2003; Acquisito il parere della Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, reso nella seduta del 27 marzo 2003; Acquisiti i pareri delle competenti Commissioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica; Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 19 giugno 2003; Sulla proposta del Ministro per le politiche comunitarie e del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio, di concerto con i Ministri degli affari esteri, della giustizia, dell'economia e delle finanze, delle infrastrutture e dei trasporti, delle attivita' produttive, della salute e per gli affari regionali; EMANA il seguente decreto legislativo: Art. 1 - Campo di applicazione 1.

Leggi tutto...

Il Decreto Legislativo 209/2003 sulla Nuova disciplina per la gestione dei veicoli fuori uso, con cui l'Italia ha re- cepito la Direttiva Europea 2000/53/CE, ha introdotto diverse novità nel processo di fine vita dei veicoli, che vanno dal raggiungimento di percentuali prefissate di reimpiego e riciclaggio dei materiali di scarto alle caratteristiche impiantistiche e la messa in sicurezza dei centri di raccolta. Una normativa articolata e complessa che ha obbligato la categoria degli autodemolitori a notevoli adeguamenti tecnici degli impianti, considerati di primaria importanza per realizzare appieno il rispetto della salvaguardia ambientale. Ma come spesso accade nelle fasi di transizione, l'imponente rinnovo impiantistico cui sono stati chiamati gli autodemolitori ha comportato almeno inizialmente un po' di confusione e qualche difficoltà.

Leggi tutto...

É possibile avere precisi ragguagli per seguire la corret- ta procedura di bonifica delle bombole di gas e metano dei veicoli fuori uso? I contenitori di combustibili gassosi (GPL e metano), eventualmente presenti nei veicoli, in considerazione della loro pericolosità di esplosione nel caso di frantumazione della carcassa, devono essere asportati prima di sottoporre i veicoli stessi ad ogni altro trattamento di bonifica. L'allegato I del D.Lgs. 209/2003, punto 5 lettera b) prevede tra le operazioni per la messa in sicurezza del veicolo fuori uso: "la rimozione dei serbatoi di gas compresso ed estrazione, stoccaggio e combustione dei gas ivi contenuti nel rispetto della normativa vigente per gli stessi combustibili".

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information