italian english

Attualità

Il Parlamento Europeo accoglie favorevolmente il Libro Verde della Commissione sui Trasporti Urbani

Più volte, negli ultimi tempi, dai "vertici" del Vecchio Mondo, si sono alzate voci allarmate circa la "vivibilità" dei grandi contesti urbani, stretti tra la voglia di recuperare spazi verdi e la necessità di fluidificare e razionalizzare al meglio il volume di traffico e mobilità pubblico-privata, "indice" di sviluppo economico e circolazione di denari. Più volte i sentimenti dei cittadini e di Associazioni e Movimenti, ha trovato amplificazione in questo o quel euro- deputato che, magari rifacendosi agli impegni sottoscritti a livello comunitario con il Protocollo di Kyoto o, citando i Rapporti dell'OMS (Organizzazione Mondiale per la Sanità), ha ricordato ai colleghi di emiciclo, l'importanza degli apporti di sostanze inquinanti in atmosfera, direttamente imputabili al traffico veicolare.

Leggi tutto...

Un carburante "non tradizionale", mediamente "alternativo", economico e rispettoso dell'ambiente

Il tema della mobilità sostenibile, come più volte evocato sulle pagine del Notiziario, presenta aspetti complessi, risvolti e problematiche che vanno ad intersecare vari settori del quotidiano, tutti in qualche modo interconnessi con l'Ambiente, la Sicurezza e la Salute.

Leggi tutto...

Anche il Vicepresidente vicario C.A.R. fra i soggetti partner di una iniziativa locale promossa dalla sezione ACI di Ascoli Piceno

Estate, tempo di vacanze, tempo di viaggi, di spensieratezza, di lassismo anche alla guida, purtroppo. La pubblicazione in concomitanza con l’inizio della stagione estiva diviene occasione per un approfondimento, nel Notiziario, sulla questione della Sicurezza Stradale, tanto più quando sul territorio si moltiplicano iniziative volte alla crescita culturale e alla consapevolezza degli utenti automobilisti.
In questo settore, anche la categoria degli Autodemolitori, dimostra una certa sensibilità allontanando il sospetto di chi, con affettato cinismo, rivolge alla stessa ingiuriosi sospetti di trar profitto da incidenti vari.
Più volte, con il Vicepresidente vicario a Confederazione Autodemolitori Riuniti, Roberto Capocasa, si è parlato, in occasionedimanifestazioni locali, di sicurezza alla guidadella Oggi, l’argomento torna di attualità in occasione della sua partecipazione attiva alla Giornata della Guida Sicura, organizzata dall’ACI di Ascoli Piceno. Per conoscere meglio i risvolti dell’iniziativa, approfondire la tematica e portare a conoscenza dei Lettori quanto avviene di positivo sul territorio nazionale, abbiamo intervistato il Direttore dell’ACI di Ascoli Piceno, Massimo Cagnucci, che ci ha fornito anche il copioso materiale statistico a corredo dell’articolo pubblicato alle pagg. 6 - 9 del Notiziario.

Leggi tutto...

Uso ed abuso delle quattro ruote, nel Rapporto ACI- Censis 2008

Il rapporto degli italiani con le quattro ruote, sin dall’inizio, è sempre stato og- getto di attenzione da parte dei media e dalle avanguardie artistiche; vuoi per la naturale propensione del Paese alle suggestioni delle novità, vuoi per la stessa propensione a “vivere” il mezzo- auto, come un prolungamento della “proprietà” e della propria persona, da cui derivano, spesso, comportamenti al limite del lecito o che nel migliore dei casi sfiorano il ridicolo, divenendo fenomeno di costume e come tale stig- matizzato negli spot, nella produzione cinematografica e televisiva, financo nella musica leggera.
Dalla fascinazione quasi sessuale dei poeti futuristi, motori rombanti e cromature seducenti hanno accompagnato la mitopoiesi dei personaggi della commedia all’italiana; dal latin lover spregiudicato de Il sorpasso di Dino Risi (1962), alla “sciura” benestante, fino a quella “maschera” meschina e riuscitissima rappresentata da Fantozzi e dalla sua bianchina, simbolo di un ideale vagheggiato e mai raggiunto di conquista umana e sociale. Così, dagli anni ruggenti della mitica Isotta Fraschini, tutta trine e morbidi cuscini, simbolo di un’aristocrazia mai doma di fronte agli insulti del progresso, alla semplicità popolare della 500 negli anni del boom economico, l’automobile si è sempre più legata all’immagine del Paese che muta pelle ad ogni stagione, rinnova il maquillage, illudendosi che basta una ritoccatina al fondotinta per rimanere in pista nella corsa verso il rinnovamento tecnologico.

Leggi tutto...

Uno studio di Legambiente sembra ribaltare ciò che si dà per scontato

La rottamazione in Italia è veramente bipartisan: sia il centrodestra che il centrosinistra hanno sempre previsto nelle loro Finanziarie incentivi per la rottamazione delle auto.
Mai a nessun politico, però, è venuto in mente di verificare, dati alla mano, se la rottamazione effettivamente ha delle ripercussioni positive sull’ambiente.
Il problema, invece, se lo è posto Legambiente la quale ha cercato quelle aziende automobilistiche che, come la Volkwagen, hanno realizzato questo tipo di indagine, mettendo a disposizione per alcuni loro modelli l’inventario delle emissioni del ciclo di vita dell’automobile (Life Cycle Assessment).
Per constatare se la rottamazione porta dei vantaggi all’ambiente, si può partire dall’analisi delle emissioni di CO2 prodotte da un automezzo nell’arco dell’intero ciclo di vita (produzione, uso, approvvigionamento petrolifero, smaltimento). Lo studio di Legambiente esamina due potenziali opzioni di un automobilista medio che percorrendo 15.000 km in un anno sceglie di sostituire l’auto ogni 10 o 15 anni, in un arco di tempo di 30 anni.

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information