italian english

Sostenibilità

L’Iniziativa Carburanti a Basso Impatto è attiva in oltre 680 Comuni e dispone di quasi 900.000 euro di risorse residue.

metano 1

Come stabilito dal decreto direttoriale n. 509 dell’8 novembre del Ministero dell’Ambiente, Direzione generale per il clima e l’energia, Divisione II, da giovedì 16 novembre gli ecoincentivi ICBI (Iniziativa Carburanti a Basso Impatto) per trasformare a metano e GPL gli autoveicoli sono stati estesi anche gli automezzi privati Euro 4 alimentati a benzina, mentre sono stati esclusi gli Euro 2.

L’iniziativa ICBI, una misura ministeriale volta a ridurre l'inquinamento atmosferico, dal 2001 ha reso possibile l’erogazione di oltre 44 milioni di euro di ecoincentivi per effettuare la conversione a GPL e metano.

Leggi tutto...

Il MATTM annuncia un intervento volto ad ammettere l’utilizzo del fluff per la produzione di CSS (combustibile solido secondario) destinato a cementifici e termovalorizzatori.

ministerocarfluff

Il Capo Segreteria Tecnica del Ministero dell’Ambiente, Carlo Maria Medaglia, riconoscendo i passi in avanti compiuti dagli operatori del settore ELV, ha annunciato un intervento del MATTM con un atto amministrativo teso ad ammettere l’utilizzo del fluff per la produzione di combustibile solido secondario (CSS) destinato a cementifici e termovalorizzatori, in quanto formalmente non escluso dal Decreto (n. 22 del 2013) che regola l’End-of-Waste del CSS-combustibile.

Leggi tutto...

La piattaforma CambioPulito denuncia pratiche illegali di evasione dell’IVA all’acquisto di pneumatici o mancato versamento del contributo ambientale per la gestione degli pneumatici fuori uso.

gommeauto

122 segnalazioni registrate, quasi una al giorno, 80 aziende segnalate, di cui 50 con specifica documentazione e 14 operatori commerciali attivi principalmente online, oggetto di 34 segnalazioni, cui sono associate, con descrizioni e documentazioni precise e circostanziate, pratiche illegali di evasione dell’IVA all’acquisto di pneumatici o mancato versamento del contributo ambientale per la gestione dei PFU.

Sono questi i numeri del 1° Report della piattaforma CambioPulito che rappresenta il primo esempio italiano di whistleblowing che coinvolge l’intera filiera, composta da oltre 50.000 aziende su tutto il territorio nazionale.
Il sito www.cambiopulito.it da 5 mesi raccoglie, filtra e processa segnalazioni di illegalità consumate sia nella gestione di PFU, che nella vendita di pneumatici, con informazioni provenienti dagli operatori in modo anonimo e riservato.

Leggi tutto...

Legambiente presenta i dati sulle città inquinate e punta il dito contro i ritardi di regioni e sindaci.

emissioni 1

A causa dei cambiamenti climatici e poi della mancanza di interventi strutturali da parte di regioni e sindaci, nel 2017 il picco di polveri sottili nell’aria è arrivato con largo anticipo, prima in primavera e poi in autunno.

Complici un ottobre quasi estivo e l’assenza di piogge, da gennaio a metà ottobre ben 25 le città hanno superato il limite di 35 giorni con una media giornaliera di oltre i 50 microgrammi per metro cubo previsto per le polveri sottili (PM10). Quasi tutte appartengono alle sole regioni del nord Italia (Piemonte Lombardia Veneto ed Emilia Romagna).
Bollino rosso per Torino (66 gg di superamento di PM10), Cremona (58 gg), Padova (53 gg), ma anche le altre città hanno comunque superato nella maggior parte dei casi già i 40 giorni di sforamento come nel caso di Frosinone (52gg di superamento) e Milano (50gg), nella città lombarda a metà ottobre era scattata l’emergenza con diversi giorni consecutivi di superamenti del PM10.

Leggi tutto...

I sindaci di 12 metropoli si sono impegnati ad accelerare la transizione verso veicoli più ecologici per combattere il cambiamento climatico e l'inquinamento atmosferico.

c40

In occasione del vertice dei sindaci del network C40 Togheter4Climate che si è svolto domenica 22 e lunedì 23 ottobre a Parigi, i sindaci di Londra, Parigi, Los Angeles, Barcellona, Quito, Vancouver, Città del Messico, Copenhagen, Auckland, Seattle, Milano e Città del Capo hanno intrapreso una serie di obiettivi ambiziosi per rendere le loro città più ecologiche, più sane e più prosperose.

Firmando la Dichiarazione C40 “Fossil-Fuel-Free Streets” (Strade libere dai combustibili fossili), i leader di queste città si sono posti 2 obiettivi ambiziosi: comprare solo bus a emissione zero a partire dal 2025 e garantire che una parte significativa delle loro città sia a emissioni zero entro il 2030.

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information