italian english

Gli automobilisti più giovani puntano sull'infotainment, mentre gli over 65 non rinunciano alla sicurezza; tutti vogliono il navigatore integrato.

accessori-auto

Lo smartphone è ormai nelle tasche di tutti, ma in Italia un automobilista su due non vuole rinunciare al navigatore integrato nella plancia del veicolo.

È quanto emerge da un sondaggio realizzato dal portale DriveK su un campione di 1.000 persone alle prese con l’acquisto dell’auto nuova.

Sicurezza e tecnologia, comfort e innovazione: queste sono le categorie a cui fanno riferimento gli italiani quando scelgono gli accessori per il proprio veicolo.

“Il processo d’acquisto dell’auto nuova – ha spiegato Marco Marlia, fondatore e CEO di MotorK, società proprietaria del portale DriveK – deve fare i conti anche con la selezione degli accessori, perché possono avere un impatto determinante sul prezzo finale. Considerando che, secondo i nostri dati, il budget medio delle famiglie italiane alle prese con l’acquisto dell’auto nuova è di circa 23.000 euro, la scelta degli optional incide mediamente 3.100 euro (pari a circa il 14%); percentuale, questa, che varia anche in base alle politiche delle case auto, che decidono gli allestimenti delle autovetture e che possono offrire “di serie” diversi degli optional più richiesti”.

Se il navigatore integrato è richiesto dal 52,4% del campione, il 48,1% degli intervistati ritiene indispensabile un sistema anti-collisione che riconosca ostacoli e pedoni.
Al terzo posto troviamo un impianto audio di alta qualità, richiesto espressamente dal 35% del campione, mentre un automobilista su 3 (34%) non può fare a meno di un sistema di infotainment di alto livello,come Android Auto ed Apple Car Play, i due protocolli di comunicazione tra smartphone e vettura che permettono la sincronizzazione con il cellulare.

Il controllo adattivo della velocità, che consente di rilassarsi nei lunghi viaggi ed evitare il rischio di superare i limiti imposti sulle strade, è un optional richiesto dal 30% del campione.
Segue subito dopo il sistema di parcheggio assistito, che non deve mancare per il 28% degli intervistati.
L’indicatore di perdita di pressione degli pneumatici (22,7%) e il sistema di accensione automatica di fari e tergicristalli (21,7%) sono gli altri optional richiesti legati alla sicurezza del viaggio in auto.
Sono indicati rispettivamente dal 18% e dal 7,8% del campione intervistato, i kit “estetici” dell’auto, dall’assetto sportivo ai cerchi in lega, e gli interni in pelle.

Genere ed età degli intervistati rivelano differenze sostanziali nella scelta degli optional del proprio veicolo.
Ecco le prime 10 risposte indicate dal campione, con le variazioni in base all’età e al sesso.

tabella-accessori-auto
Analizzando i dati dal punto di vista anagrafico, emerge che i giovani (fino a 35 anni) puntano all’infotainment e, sebbene non rinuncino al navigatore integrato, richiedono anche un impianto audio di altissima qualità.
Gli over 65 invece non rinunciano alla sicurezza: 6 su 10 vogliono il sistema anti-collisione, che riconosca gli ostacoli ed eviti bruschi impatti, e richiedono il navigatore integrato in percentuale superiore alla media.

Anche rispetto al sesso emergono affinità e divergenze.
Tutti vogliono il navigatore, ma le donne sono più interessate rispetto agli uomini al sistema di park assist (33% vs 25%) e all’indicatore di perdita di pressione degli pneumatici (36% vs 20%).
Al contrario gli uomini preferiscono l’infotainment (36% vs 27%), il controllo della velocità (34% vs 21%) e gli interni in pelle (11% vs 3%).


Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information