italian english

Per venire incontro alle esigenze di quei milioni di utenti che non possono sostituire il proprio veicolo, sono necessari incentivi anche per la manutenzione e la riparazione.

auto riparazione manutenzione

In Italia circolano ancora molte auto vecchie e particolarmente inquinanti. Sono 39,5 milioni le autovetture che circolano nel nostro paese e 23,5 milioni di esse sono di categoria uguale o inferiore ad Euro 4, pari al 59,4% sul totale.

Sono auto immatricolate prima del 2009 con livelli di sicurezza e di inquinamento molto lontani dai modelli di più recente produzione.
Sono invece 16 milioni le autovetture Euro 5 ed Euro 6, ossia il 40,6% del totale. Sono questi i numeri del parco auto circolante in Italia pubblicati dall'Osservatorio Autopromotec in base alle informazioni più recenti di fonte Aci. Con il Decreto Rilancio sono stati previsti degli incentivi per le nuove motorizzazioni e per i motori tradizionali Euro 6

tabella-parco-auto-italia-2019

Tuttavia, secondo una recente indagine Doxa, il 58% delle famiglie italiane ha difficoltà ad arrivare alla fine del mese, mentre tre famiglie su 10 avrebbero difficoltà a reperire 2.000 euro entro un mese per affrontare una spesa imprevista, come ad esempio la riparazione dell'auto.

"Sicuramente si tratta di interventi positivi che vanno nella direzione di un rinnovo del parco circolante - hanno commentato gli esperti dell'Osservatorio Autopromotec - Occorre tuttavia tenere presente che il rinnovo riguarderà in ogni caso una minima percentuale. Occorre quindi venire incontro alle esigenze di quei milioni di utenti che, anche con gli incentivi, non sono in grado di sostituire il veicolo".

Per questo motivo l'Osservatorio Autopromotec chiede incentivi anche per la manutenzione e la riparazione di autovetture.
In questo modo la grande maggioranza dei cittadini potrebbe mantenere in efficienza il proprio veicolo e dando un grande impulso non solo alla sicurezza della circolazione stradale, ma anche all'ambiente.

Non solo; la promozione di incentivi per la manutenzione e la riparazione delle auto più vecchie in circolazione potrebbe essere il volano della ripartenza per il settore dell'aftermarket automobilistico e potrebbe anche contribuire in modo efficace all'emersione del nero, pratica che danneggia la maggioranza delle aziende sane ed in regola.

L'Osservatorio Autopromotec chiede pertanto al Governo che, nel prossimo provvedimento, tenga conto anche di queste esigenze, ricordando che il settore automotive rappresenta da solo circa l'11% del PIL italiano.

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information