italian english

Secondo T&E, i governi europei dovrebbero riformare la tassazione delle auto aziendali per portare le flotte aziendali verso veicoli a emissioni zero al 100%.

smog metropoli

Negli 8 mercati europei più grandi le agevolazioni riservate alle auto aziendali costano ai contribuenti 32 miliardi di euro ogni anno, un importo davvero spropositato rispetto all'investimento di 2 miliardi di euro all'anno necessari per implementare l'infrastruttura di ricarica pubblica per i veicoli elettrici fino al 2030.

Gli ingenti sussidi alle flotte aziendali spiegano perché quasi 6 auto nuove su 10 vendute oggi in Europa sono registrate attraverso il canale aziendale, con alcuni paesi, come la Germania o la Polonia, che vanno oltre e raggiungono fino al 70% delle nuove auto.

Sono questi i dati che emergono dallo studio degli analisti Dataforce per conto di Transport & Environment.

A destare maggiore preoccupazione è il fatto che la stragrande maggioranza delle flotte aziendali sono composte da modelli inquinanti.
Il 96% delle nuove immatricolazioni, infatti, vanno a diesel o benzina.

sussidi-europa-auto-aziendali

In realtà, le auto aziendali completamente elettriche sono già l'opzione più economica da utilizzare oggi, sia per i modelli grandi / premium che per quelli medi.
Per le auto aziendali di grandi dimensioni l'opzione completamente elettrica è del 9% più economica rispetto al diesel: 0,39 € / km contro 0,43 € / km, e questo può portare oltre 4.300 € di risparmio in 4 anni di proprietà dell'auto.

Inoltre, le auto aziendali percorrono più del doppio dei chilometri delle auto private, contribuendo in modo sproporzionato all'inquinamento da trasporto stradale.

Pur rappresentando il 3,7% del parco veicoli totale, le 10 maggiori società di leasing da sole rappresentano l'8% delle emissioni di CO2 delle auto in Europa.
Con quasi 10 milioni di auto, le loro flotte emettono 44,3 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno.

Le auto elettriche sono già la scelta migliore per i veicoli aziendali che accumulano chilometraggi elevati. - ha affermato Saul Lopez, Responsabile della mobilità elettrica di Transport & Environment - Eppure la maggior parte delle auto aziendali ha motori inquinanti. Perché i contribuenti dovrebbero sovvenzionare l'inquinamento delle auto aziendali quando l'impianto elettrico è più economico da usare?”

Secondo T&E, i governi europei stanno di fatto sovvenzionando l'inquinamento delle flotte aziendali per un importo di 32 miliardi di euro all'anno, mentre dovrebbero riformare la tassazione delle auto aziendali, le detrazioni IVA e gli ammortamenti, per portare le flotte aziendali verso veicoli a emissioni zero al 100%.

Le auto aziendali vengono guidate di più, quindi inquinano di più. - ha aggiunto Lopez - Sono il punto di partenza perfetto per affrontare la crisi dell'aria tossica e l'impatto sul clima del trasporto stradale. I governi, l'UE e le città dovrebbero raccogliere questa sfida affinché tutte le nuove auto aziendali siano elettriche entro il 2025".

In questo modo con poche misure si potrebbero avere cambiamenti sostanziali su milioni di veicoli inquinanti ad alto chilometraggio e, contemporaneamente, ottenere enormi benefici dal clima.


Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information