italian english

Green economy

LOGIMA SRL

Con il D. Lgs 209/2003 e successive disposizioni correttive impresa di autodemolizione con sede a Terni che in un ed integrative presenti nel nuovo D. Lgs. n°86 del 12 aprile 2006, il Legislatore ha inteso assumere le istanze contenute nella Direttiva 2000/53/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso. Nella Direttiva, in primo luogo e successivamente negli strumenti normativi che il Legislatore Italiano ha inteso produrre per attuarne gli obblighi comunitari, si fa specifico riferimento ai requisiti del centro di raccolta e dell'impianto di trattamento, che prevedono, tra l'altro: l'adeguato stoccaggio dei pezzi smontati, nonché, fra i criteri di gestione, regole precise circa la sovrapposizione massima consentita dei veicoli messi in sicurezza e non ancora sottoposti a tratta- mento, fatte salve le condizioni di stabilità e la valutazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori.

Leggi tutto...

GOBBI SRL

Le origini della Gobbi Srl risalgono agli parti in buone condizioni ed utilizzabili, sviluppando anche una rete di vendita anni '60, quando Nello Gobbi (padre di Sandro attuale titolare dell'impresa) girava per le campagne alla ricerca di pezzi usati di camion, ma anche di carri rudimentali. Nel tempo, il lavoro inizialmente ambulante si trasformò in stanziale, con la nascita della Gobbi Srl. Il 1990 è stato l'anno della svolta conseguente all'ampliamento del volume degli affari, dell'organico e della superficie operativa. La ditta è membro dell'associazione mondiale APRA (Automotive Part Rebuilders Association) e in quanto tale mantiene alto il suo livello di informazione ed innovazione tecnologica attraverso le riunioni promosse da quest'ultima e con la partecipazione a fiere, seminari e visite presso nuovi impianti.

Leggi tutto...

"Autodemolizioni Ceglia" (SA) sceglie i prodotti Logima per adeguare il proprio piazzale alle moderne normative in materia di qualità e sicurezza del lavoro

Allorquando strumenti normativi nazionali e sovranazionali impongono nuove regole con l'obiettivo di migliorare la qualità del lavoro, della sicurezza degli addetti, della garanzia del minimo impatto ambientale è giocoforza rivedere il proprio operato e le proprie modalità di approccio alla gestione dell'attività alla luce di istanze che vanno nella direzione della tutela di interessi comuni e che, solo se correttamente applicate, garantiscono anche una maggiore credibilità che, per un'impresa si traduce, ovviamente, in qualità del servizio e aumento della clientela. Ebbene nella Direttiva Europea 2000/53, parzialmente recepita con il D. Lgs 209 del 24 giugno 2003, recentemente modificato con le disposizioni correttive ed integrative contenute nel D. Lgs 149 del 23 febbraio 2006, si fa specifico riferimento ai requisiti del centro di raccolta e dell'impianto di trattamento; requisiti che prevedono, tra l'altro: l'adeguato stoccaggio dei pezzi smontati, nonché, fra i criteri di gestione, regole precise circa la sovrapposizione massima consentita dei veicoli messi in sicurezza e non ancora sottoposti a trattamento, fatte salve le condizioni di stabilità e la valutazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori.

Leggi tutto...

Le migliori soluzioni per rispettare le regole ottimizzare lo spazio e guadagnare sul tempo

Con il D. Lgs 209/2003 e successive disposizioni correttive ed integrative presenti nel nuovo D. Lgs. n°86 del 12 aprile 2006, il Legislatore ha inteso assumere le istanze contenute nella Direttiva 2000/53/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa ai veicoli fuori uso. Nella Direttiva, in primo luogo e successivamente negli strumenti normativi che il Legislatore Italiano ha inteso produrre per attuarne gli obblighi comunitari, si fa specifico riferimento ai requisiti del centro di raccolta e dell'impianto di trattamento; requisiti che prevedono, tra l'altro: l'adeguato stoccaggio dei pezzi smontati, nonché, fra i criteri di gestione, regole precise circa la sovrapposizione massima consentita dei veicoli messi in sicurezza e non ancora sottoposti a trattamento, fatte salve le condizioni di stabilità e la valutazione dei rischi per la sicurezza dei lavoratori.

Leggi tutto...

La gestione oculata degli spazi di un impianto di autodemolizione premia in sicurezza, qualità del servizio e rispetto dell'ambiente

LogiMa srl, giovane società di progettazione consulenza e vendita di soluzioni per la logistica e la gestione di ma- gazzino, con sede a Porto d'Ascoli (AP), è nata nel 2004 dalla decennale esperienza nel settore da parte dei tre Soci fondatori, Piero Armandi, Fabio Franceschi e Giovanni Paolini. Sempre all'avanguardia per quanto riguarda le migliori soluzioni tecniche disponibili sul mercato nell'ambito della logistica industriale e di automazione di magazzino, grazie al prestigioso catalogo della ditta ARMES spa, di Vicenza, di cui LogiMa è concessionaria, la società di Porto d'Ascoli è in grado di soddisfare le esigenze di quanti operano nel settore dell'autodemolizione, proponendo un ampio catalogo di prodotti per la gestione ottimale di grandi magazzini e parchi attrezzati.

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information