italian english

Mercati

Maggior efficienza, trasparenza e controllo. Questi i vantaggi del nuovo sistema informatizzato che manda in soffitta il cartaceo

Il flusso informativo sulla movimentazione dei rifiuti speciali dice addio al vecchio sistema cataceo e con il SISTRI, il nuovo Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti speciali, apre alla tecnologia e all'innovazione. Dalla produzione allo smaltimento, grazie al nuovo sistema di tracciabilità elettronico, il rifiuto speciale potrà essere monitorato in ogni passaggio della filiera produttiva. I vantaggi? Massima visibilità al flusso dei veicoli in entrata e in uscita dalle discariche, ovvero maggior trasparenza, efficienza, controllo, prevenzione, ma soprattutto maggior garanzia di legalità.

Leggi tutto...

Colpa della crisi, della green revolution di Obama o dell'aumentato impatto del trasporto pubblico?

Nel film Nuovomondo, di Emanuele Crialese (Leone d'Argento all'edizione 2005 della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia; Premio SIGNIS e Segnalazione Cinema for UNICEF; vincitore di 3 David di Donatello), una breve sequenza illustra, con molta ironia, le originali cartoline fantastiche che, all'inizio del secolo, inducevano i poveretti del mondo ad emigrare in America, con la promessa di raccolti prodigiosi e guadagni mirabolanti; il tutto reso attraverso l'utilizzo di semplici fotomontaggi per mezzo dei quali frutta ed ortaggi apparivano grandi quanto i contadini che li coltivavano.

Leggi tutto...

A novembre crescita del 30,6% delle immatricolazioni nell'Europa occidentale, del 31,2% in Italia

Con lo scadere degli incentivi, la corsa all'auto accellera a fine anno e l'auto europea spicca il volo. Vola, infatti, a novembre il mercato dell'auto in Europa: i Paesi dell'Europa allargata (27 Paesi UE+Islanda, Norvegia, Svizzera) incassano una crescita del 26,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. È quanto rende noto l'Associazione costruttori europei (ACEA), che registra 1.182.082 immatricolazioni di auto nuove, contro le 933.458 del novembre 2008. Bene anche in Europa occidentale (15 Paesi UE+Islanda, Norvegia, Svizzera) dove la crescita è stata del 30.6% per un totale di 1.116.845 immatricolazioni. Merito degli incentivi che hanno spinto la domanda e trainati gli acquisti. "L'imminente fine degli incentivi all'acquisto di auto mette il turbo al mercato".

Leggi tutto...

Merito degli ecoincentivi che continuano a spingere la domanda

Nonostante le alte temperature, durante l'estate, il mercato europeo dell'auto tira un sospiro di sollievo e conferma l'andamento positivo registrato a giugno. A luglio e agosto l'auto europea ha infatti incassato altri due risultati positivi: secondo i dati diffusi dall'ACEA, l'Associazione dei Costruttori europei, i 28 Paesi che compongono l'Unione avrebbero chiuso il mese di luglio con 1.295.711 immatricolazioni (+2,8%) e il mese di agosto con 829.083 (+3,0%). L'Europa occidentale (EU15 + 3 EFTA) avrebbe chiuso invece chiuso il mese di luglio con +5,1% (1.224.049 immatricolazioni) e il mese di agosto con +7,8% (770.468 unità immatricolate) rispetto agli stessi mesi del 2008. Merito degli ecoincentivi, in vigore in un buon numero di Paesi. Gli ecobunus, ormai di prossima scandenza, continuano a trainare le vendite. Grazie alla performance eccellente de- gli ultimi tre mesi estivi, l'auto europea ingrana la marcia e inizia la rincorsa verso la ripresa del mercato, riducendo la flessione della domanda, che ad oggi si attesta intorno all'8,1% rispetto al periodo gennaio - agosto 2008.

Leggi tutto...

È l'effetto ecoincentivi che fa impennare le vendite in Germania, Italia e Francia

Riparte il mercato dell'auto in Europa: è merito degli ecoincentivi che hanno trainato le vendite e messo in moto la produzione. Dopo ben 14 mesi, il mercato dell'auto in Europa (27 Paesi dell'Unione Europea + 3 dell'area EFTA) interrompe la lunga serie di segni meno che lo aveva contraddistinto e incassa il primo segno positivo, da maggio 2008. A giugno le immatricolazioni sono infatti aumentate del 2,4% rispetto a quelle registrate lo scorso anno nello stesso periodo, per un totale di 1.461.859 unità. Lo rende noto l'ACEA (Associazione Costruttori Europei dell'Auto) che dopo la flessione dello scorso maggio del 4,9%, registra il primo risultato positivo dell'anno. Sebbene il bilancio del semestre rimanga ancora negativo, l'auto europea sembra dare i suoi primi segnali di ripresa dalla crisi. Dopo il crollo delle vendite (meno 920.000 tra gennaio e giugno, pari a -11%), il mercato riparte sull'onda degli ecoincentivi. A fare da traino alle vendite sono state infatti le misure a sostegno dell'auto lanciate dalla maggior parte dei Paesi europei.

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information