italian english

Attualità

Da un’indagine di AutoScout24 sono emersi alcuni segnali positivi sul mercato automobilistico, insieme ad una nuova visione della mobilità.

donne-auto-nuova

La pandemia da Covid-19 ha trasformato le abitudini degli italiani e degli europei sul fronte della mobilità e degli acquisti delle auto e da settimane ci si continua ad interrogare sul futuro del settore automotive.

È nata una nuova visione della mobilità: l'auto privata conquista un ruolo centrale per gli spostamenti, diventando una soluzione nettamente preferita ai mezzi di trasporto pubblico, e si assiste a un'apertura favorevole ai canali di acquisto online e agli strumenti digitali, come immagini a 360°e test drive digitali.

Leggi tutto...

Nel 2019 il mezzo privato è stato di gran lunga quello più utilizzato, soprattutto nei comuni più piccoli e nelle regioni del Centro.

Guida

Prima dell’entrata in vigore delle misure di contenimento del contagio legate all’emergenza del Covid-19 che, di fatto, hanno vietato la possibilità di muoversi sull’intero territorio nazionale se non in situazioni di assoluta e comprovata necessità, le abitudini di mobilità della popolazione erano chiaramente molto diverse sia da quelle di questi ultimi giorni sia da quelle che, probabilmente, caratterizzeranno le prossime settimane.

Leggi tutto...

ACI, ANFIA, FIOM, FIM-CISL e UILM chiedono misure in grado di coniugare esigenze ambientali e commerciali con quelle industriali e di tutela dei lavoratori della filiera.

auto 2

In Italia la filiera automobilistica rappresenta circa il 10% del PIL italiano e impiega oltre 1.200.000 lavoratori, ma l'emergenza Coronavirus ed il conseguente lockdown hanno praticamente azzerato il mercato, dopo un primo bimestre 2020 con volumi già in decrescita rispetto al 2019.

Anche la prima decade di maggio ha visto un crollo degli ordinativi e per il 2020 si prevede un drastico calo di circa 500.000 immatricolazioni di auto nuove rispetto allo scorso anno.

Leggi tutto...

Lo studio di Deloitte, “From now on. Mobility Boost”, ha analizzato gli impatti della pandemia sul settore auto e ha delineato gli scenari possibili allargandosi anche a quei settori industriali non tradizionalmente legati alla mobilità.

Trasporti Ambiente_traffico

L’emergenza sanitaria a cui stiamo assistendo a livello globale avrà delle consistenti ricadute sull’economia già a partire dal 2020, con degli impatti potenziali negativi sul PIL per l’Unione Europea e per gli USA che potranno variare, in funzione degli scenari, da un -10% nel caso peggiore, ad un -5% nello scenario più ottimistico.

Lo studio di Deloitte, “From now on. Mobility Boost, si apre una nuova fase”, ha analizzato gli impatti della pandemia sul settore auto e ha delineato gli scenari possibili allargandosi anche a quei settori industriali non tradizionalmente legati alla mobilità.

Leggi tutto...

Incentivi per gli acquisti e la rottamazione in tutta Europa per rilanciare la domanda e salvaguardare produzione, posti di lavoro e sostenibilità economica e ambientale.

25 azioni per rilancio settore automotive UE

Il settore automobilistico europeo, particolarmente colpito dagli effetti a breve termine dell'epidemia da coronavirus e ancor più in fibrillazione per quelli a lungo termine, prova a far fronte comune con una serie di raccomandazioni concrete destinate ai decisori politici europei.

Leggi tutto...

Iscrizione newsletter

Inscriviti alla nostra newsletter...
potrai ricevere aggiornamenti specifici
scegliendo le news più adatte a te.

Questo sito utilizza cookie in conformità alla policy Free Service Group S.r.l. e cookie. Proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information